Venerdì 8 Febbraio 2018 ore 21 **DATA ANNULLATA - A BREVE NEWS SULLA NUOVA REPLICA ***
T.E.B.E.
Adattamento e Regia di Davide Dolores 
con Antonio Picerni, Barbara Borriero, Cristina Malavolta, Elena Golin, Luca Zazzera, Roberto Genovese, Silvia Pacini, Tania Barcaro, Valentina Gerolimetto.

Un gruppo di aspiranti attori, guidati dal regista Davide Dolores, ha affrontato un periodo di formazione/prove per mettere in scena questa rivisitazione di quella che è considerata una delle più grandi opere teatrali di tutti i tempi: “Le Baccanti” di Euripide.
Testo ri-adattato e ridotto, ma non modificato. Stravolto, invece, l'immaginario degli attori ma anche del pubblico che è invitato a rileggere la vicenda come fosse un feroce avvicendamento ai vertici di una grande azienda.
Le vicende di Dioniso e degli abitanti di Tebe, infatti, fanno un viaggio spazio temporale per arrivare ai giorni nostri. Lo scenario è quello del mondo dell’alta finanza dove gli equilibri sono regolati da giochi di potere anche quando i legami sono di tipo familiare. Nessuno sconto e nessuna pietà. Queste le regole di un gioco spietato nel quale regna incontrastato il dio denaro.

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti. 
Iniziativa riservata ai soci Arci.

Prenotazione non obbligatoria ma, se volete il posto riservato, vi consigliamo di cliccare su questo link: 
https://tebe8dic.eventbrite.it

CopertinaCERCHIO.jpg

Venerdì 18 Gennaio ore 21
“La tentazione della bontà” Il caso del bimbo nel cerchio
Adattamento e Regia di Luca Rodella
con Antonio Picerni, Cristina Malavolta, Ivan Prontu, Roberto Genovese, Silvia Pacini, Tania Barcaro, Valentina Gerolimetto, Valentina Tecchio.

Otto attori, otto maschere, un bambino e una chitarra, sapientemente guidati dal regista Luca Rodella, per mettere in scena una opere più vivaci firmate dal maestro Brecht.
Lo spettacolo è infatti tratto da "Il cerchio di gesso del Caucaso", commedia leggera e a tratti comica che si prende il lusso di parlare senza mezzi termini anche di violenza e sopraffazione.
L'autore affronta temi di grande attualità quali la guerra, la giustizia e il sentimento materno, oltre a quello, a lui sempre caro, della possibilità di praticare la bontà in una società caratterizzata da inique diseguaglianze.
La storia è quella di Gruscha, serva che ha allevato come suo il figlio della moglie del governatore di un piccolo stato sconvolto dalla guerra e si rifiuta di restituirlo alla madre naturale, e si fonde con inquietante presenza del giudice Azdak che, pur facendosi beffe delle convenzioni e della morale corrente, diventa il simbolo del volto umano della giustizia.
Una favola contemporanea che il regista ha voluto arricchire anche con parti suonate e cantate live dagli attori.

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti. 

Iniziativa riservata ai soci Arci.

Venerdì 24 maggio ore 21

"Oceano" 

regia di Enrico De Gasperi 

con Anca Vartolomei, Matteo De Tomasi, Diego Pesavento, Fabio De Tomasi, Clyde Corley, Mario Poletto.

Oceano è uno progetto teatrale prodotto dai ragazzi del laboratorio Spazio Zero, uno spettacolo dedicato al mare, al suo divenire di cui noi tutti siamo parte, acqua da cui veniamo e a cui torniamo.
 

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti. 

Iniziativa riservata ai soci Arci. 

Martedì 4 giugno ore 21

"Noi vivremo, zio Vanja "

Adattamento e regia di Davide Dolores 

con Alessandra Roverato, Alessandro Danieli, Francesco Lobba, Marina Guitti, Raffaele Bonini, Vittoria Bianchini.  

 

Incomunicabilità - Incapacità o impossibilità di comunicare e di stabilire un rapporto vivo e profondo di conoscenza con sé stessi e con gli altri, da cui deriva un senso di solitudine e di isolamento.
“NOI VIVREMO, zio Vanja”, libero adattamento di Zio Vanja di Anton Checov, racconta un brandello di vita familiare, quella dei Serebrjakov.
L’immobile quotidianità della campagna russa viene rotta dall’arrivo di Aleksandr ed Elena, alla cui presenza Sonja, Marija e Vanja reagiscono in modi diametralmente opposti, e neppure il dottor Astrov è immune da questo sconvolgimento.
Si svelano sei personaggi infelici, impantanati nei loro rimpianti e frustrazioni. Potrebbero aiutarsi a vicenda per uscirne, ma pareti di ghiaccio li separano: la comunicazione è impedita, silenzi sospesi intervengono ogni qualvolta la disperazione potrebbe uscire con tutta la sua veemenza.
La verità resta sommersa, i personaggi chiusi nei loro gusci, mentre al pubblico il non-detto racconta più delle parole.

 

Lo spettacolo è la restituzione finale di un laboratorio di teatro avanzato iniziato ad ottobre 2018. Il gruppo ha lavorato principalmente con l’attore e regista Davide Dolores ma ha avuto la possibilità di frequentare workshop intensivi con Francesca Botti e Lorenzo Maragoni.
 

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti. 

Iniziativa riservata ai soci Arci. 

ORARI DI APERTURA

Da verificare in base al calendario corsi ed eventi

DOVE SIAMO

Via 51^ Stormo, 3

36016 THIENE (VI)

CONTATTACI

info@yourban.org
+39 338 235 7928

CONNECT​ WITH US:​​

  • w-facebook
  • Pinterest Clean
  • Twitter Clean
  • w-googleplus
  • w-flickr
  • w-vimeo
  • Instagram Clean
  • w-youtube
  • LinkedIn Clean

© 2016 Associazione Yourban